Domande Frequenti (Gente di Pianezzo)

Quelle che seguono sono le domande frequenti a cui hanno risposto i volontari di Gente di pianezzo in servizio allo Sportello Amianto. Chiariscono numerosi passi procedurali inerenti la segnalazione e lo smaltimento dell’amianto, fanno luce sui dubbi più diffusi e forniscono indicazioni sulle aziende che possono concretamente aiutare il cittadino a liberarsi di questo pericoloso materiale.

 

  1. Cos’è l’amianto friabile?
  2. Cos’è L’amianto compatto?
  3. Quali sono gli obblighi di chi detiene materiali contenente amianto?
  4. Oltre all’autonotifica (mod. NA/1) vi sono ulteriori obblighi?
  5. Cosa comporta la mancata segnalazione della presenza di amianto?
  6. Quali azioni deve intraprendere chi vuole provvedere alla rimozione e smaltimento dell’amianto?
  7. Quali azioni deve intraprendere l’azienda incaricata alla rimozione e smaltimento dell’amianto?
  8. A chi ci si deve rivolgere per segnalare la sospetta presenza di Eternit? Ci si può rivolgere alla ATS Brianza?
  9. A chi ci si deve rivolgere per segnalare la presenza di rifiuti in amianto dispersi sul territorio?
  10. E’ possibile accedere ad agevolazioni fiscali o contributi pubblici?
  11. Cos’è l’Ecobonus 2018? Come funziona? Quali spese?
  12. L’amianto come si smaltisce?
  13. E’ vero che importanti risorse stanziate dal Governo non vengono utilizzate?
  14. E’ vero che non si sa più dove mettere l’amianto rimosso?
  15. Perché vi sono regole diverse per lo smaltimento in altre Regioni e in altri Comuni?
  16. A Milano i piccoli quantitativi d’amianto vengono rimossi gratuitamente (da AMSA). C’è un servizio analogo nel lecchese (da parte di Silea)?


La vita, il territorio, i problemi, le aspirazioni della popolazione di una frazione incastonata tra le colline della Verde Brianza